Glicemia rilevabile dalle lacrime grazie a un nuovo dispositivo per diabetici

Pubblicato il da emyditommaso

Soggetti diabetici potrebbero presto misurare la glicemia dalle lacrime e non più dal sangue.

diabete-glicemia.jpg

Il 30 settembre 2011 è stato pubblicato sulla rivista Analytical Chemistry lo studio condotto dall’università del Michigan (Usa) e coordinato dal chimico Mark Meyerhoff riguardante lo sviluppato di un dispositivo composto da un sensore elettrochimico che permette di misurare i livelli di glucosio semplicemente nel liquido lacrimale.

Tale strumento potrebbe evitare a soggetti diabetici il disagio delle punture giornaliere necessarie per l’esame tradizionale della glicemia dal sangue.

Il diabete, infatti, è una malattia in forte crescita, che riguarda circa il 5-6% della popolazione mondiale, e rappresenta un serio problema di sanità pubblica, anche a causa del forte aumento globale dell’obesità, che rende le persone più suscettibili nei confronti del diabete di tipo 2.

Le persone affette da diabete devono pertanto controllare che i loro valori di glucosio nel sangue siano il più possibile vicini alla norma. Gli strumenti portatili attualmente disponibili consento al paziente stesso di misurare la glicemia ma richiedono l’estrazione di una goccia di sangue pungendo le dita. Ciò spesso scoraggia molti malati dall’effettuare regolarmente il test.

I test eseguiti dal team di Meyerhoff solo su conigli da laboratorio hanno mostrato una forte correlazione tra i livelli di glucosio nelle lacrime e i valori di glicemia nel sangue, suggerendo la possibilità che la misurazione di glucosio dalla lacrima sia un potenziale sostituto non invasivo per la miscurazione della glicemia. 

Si spera quindi che, in un prossimo futuro, il nuovo dispositivo indolore permetta di misurare la glicemia dalle lacrime anche nell'uomo, dando risultati estremamente accurati.

Con tag Scienze

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post